Quali gomme sulle Locomotive?

Il progetto Locomotive Westlander e Scotsman (in codice Capricorn) ha avuto sin da subito tre linee guida importanti: Affidabilità, Confort e Versatilità. I due pilastri su cui è stato sviluppato il concetto di Versatilità sono stati:

1 – Possibilità di montare qualunque formato di gomma disponibile per il fuoristrada
2- Geometria adattabile ai diversi assetti e caratteristiche fisiche.

Esaminiamo quindi le tipologie di ruote e coperture utilizzabili su una Locomotive pertendo dalle più strette e scorrevoli e passando a quelle più generose e con più trazione.

700 x 32, battistrada slick o puntinato, pressione 60/90 psi indicativi (verificare pressione indicata sul fianco dal produttore), utilizzo stradale. La soluzione più veloce, con un buon assorbimento delle irregolarità sulle superfici asfaltate, permette di affrontare anche sterrati ben tenuti e regolari come le Strade Bianche toscane. Lasciano molto passaggio ruota libero e sono la soluzione più leggera e sicuramente la più veloce. Esempio: Pirelli Cinturato tubeless.

700 x 33/35/38, i formati derivati dalle gomme da ciclocross, possono avere battistrada più o meno scorrevoli , da slick a tassellati anche da fango,
pressione 40/70 psi indicativi (verificare pressione indicata sul fianco dal produttore) utilizzo gravel leggero o invernale per evitare accumuli di fango. Gomme polivalenti, da viaggio o da percorsi fuoristrada leggeri, rimangono decisamente scorrevoli, su asfalto assorbono meglio le irregolarità rispetto alle 700 x 32, in fuoristrada hanno un buon rapporto tra alta scorrevolezza e trazione a seconda del tipo di battistrada. Ottime per il commuting cittadino anche invernale e per il Gravel veloce. Esempio: Ritchey JB Alpine 35, Speedmax 38.

700 x 40/45/50 le gomme Gravel per eccellenza, tassellature più o meno spinte per trazione e assorbimento maggiori,
pressione 30/50 psi indicativi (verificare pressione indicata sul fianco dal produttore), per un utilizzo Gravel. Con queste gome si possono affrontare terreni più rovinati, dai ghiaioni alle carrerecce di campagna alle strade militari di montagna e qualche sentiero facile. Esempio: Maxxis Rambler.

650b x 2.8/3.0 o 27,5 x 2.8/3.0 gomme Plus da mtb, tassellate più o meno aggressive, ottimo assorbimento delle asperità sui percorsi molto accidentati, pressione 15/30 psi (verificare pressione indicata sul fianco dal produttore). Queste gomme sono le preferite per percorsi molto tecnici e per mantenere un assetto compatto e alta stabilità anche con carichi importanti. Un altro vantaggio è la maneggevolezza rispetto a diametri superiori. Esempio: Maxxis Icon.

29 x 2.0/2.4 le classiche gomme da mtb, le più versatili, disponibili in ogni sfumatura di tassellatura dalle semi-slick alle tassellate da Enduro, pressione 20/40 psi (verificare pressione indicata sul fianco dal produttore) . Le gomme per affrontare tutti i percorsi, ottimo rotolamento e scorrevolezza, ma anche grande grip e guidabilità, scegliendo il tipo di battistrada più adatto al terreno da affrontare. Esempio: Schwalbe Nobbi Nic, Racing Ralph.

29 x 2.6/2.8/3.0 29 Plus, il nostro formato preferito, che amplifica le caratteristiche delle 29, pressione 12/30 psi (verificare pressione indicata sul fianco dal produttore). Se vuoi affrontare i percorsi più tecnici, passando con facilità su tutti gli ostacoli, anche utilizzando una forcella rigida, ti sorprenderà vedere cosa puoi fare con questo tipo di ruote. Sono ruote che mantengono bene la velocità e le consideriamo l’assetto defnitivo per il Bikepacking su terreni molto tecnici e difficili. Esempio: Surly Knard.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.